Una breve descrizione di chi sono

Chi sono? Mah bella domanda. Mi chiamo Rossi Marcello e sono milanese ma, in tutta onestà, quando qualcuno mi scambia per valdostano mi riempio di orgoglio. A parte gli scherzi ho 42 anni, faccio più per dovere (anzi solo per dovere) il programmatore informatico e appena posso scappo tra le montagne. Speravo di riuscire a fare il geologo, ma come si dice i casi della vita hanno voluto il contrario. La Montagna (scritta volutamente in maiuscolo) occupa molta parte della mia vita. Adoro tutto quello che essa rappresenta, gli spazi aperti, i panorami, la tranquillità, l'aria che solo lì respiri. Quando me ne stò lì riesco ad essere felice e l'unica cosa che desidero è che quella giornata non finisca mai (poi sempre arriva il brutto momento che si deve tornare in pianura, un incubo). Ma a consolarmi c'è sempre la consapevolezza che prima o poi torno.

  • Valle d'Aosta

    Perchè la Valle d'Aosta? Perchè per me è l'equivalente dell'Eden, il paradiso terrestre. L'amore per questa terra (e per la montagna) è iniziato a 8 anni quando i miei mi portarono a Champoluc (correva l'Agosto 1983), ma non mi portarono a giocare ai parchi giochi, no mi misero un paio di scarponcini ai piedi, uno zaino in spalla e mi fecero scoprire i sentieri di montagna. Beh da allora non ho mai abbandonato sentieri, scarponi e zaino in spalla. Solo molti anni dopo ho scoperto che in fondo le Alpi erano considerate "The playground of Europe" dai primi alpinisti inglesi che nell'800 diedero il via al turismo montano. Quindi, sì, anche i miei genitori mi avevano portato in un parco giochi, ma il parco giochi più bello del mondo.
  • Biellese

    Beh ma non esiste solo la Valle d'Aosta (per me una grande scoperta). Grazie alla tesi di laurea ho scoperto anche il biellese. Quattro valli (Cervo, Oropa, Elvo e Valsessera) forse non spettacolari come la vicina valleè ma sicuramente belle. Panorami ancora selvaggi e dirupati (Cervo), aperti e spirituali (Oropa), solari e panoramici (Elvo) e appartati (Valsessera) sono buoni motivi per girarle in lungo ed in largo. Delle escursioni nel biellese esiste anche il resoconto su biellaclub.it, sito della onlus di cui faccio parte che descrive e racconta il territorio del biellese.
  • Fotografia

    La passione della fotografia è nata un po' per caso. Da piccolo un po' di foto ai panorami, poi un po' di foto con le prime escursioni in montagna da grande, ma lo sviluppo delle pellicole aveva il suo effetto. Ma poi nel 2006 (forse) la prima digitale compagna di molti anni. Poi il salto di qualità con una bridge e la mania delle foto. Non saranno da primo premio ma a me ricordano tante emozioni.
  • Studi e lavoro

    Cosa deve studiare uno a cui piace la montagna? Forse ovvio geologia. Bella materia (mai mi sono pentito di averla studiata) peccato che poi di lavorare neanche l'ombra. Ma quello che mi è rimasto è una visione delle montagne un po' diversa. Di sicuro mi ha fatto conoscere il biellese. Che lavoro sono finito a fare? Beh per uno che odia stare chiuso in un ufficio mi sembrava ovvio finire a fare il programmatore Java (ovviamente continuo a farlo solo per soldi, altrimenti come mi pago i giri in montagna). Però mi sono tolto lo sfizio di poter dire che ho lavorato al Corriere della Sera.

Se avete avuto la pazienza di leggere fino a qui.....ecco chi sono