Rossi Marcello

Monte Belvedere

Si sale a La Thuile e da qui si prosegue fino al colle del Piccolo San Bernardo dove si parcheggia l’auto. Proprio di fronte alla stazione di una seggiovia inizia una strada sterrata che si imbocca ed in breve si transita di fronte al monumento ai carristi d’Italia. Si continua lungo la strada fino ad un bivio dove si tiene la via di destra, poco oltre ad un secondo bivio si ignora questa volta la strada che tende a destra proseguendo lungo la via che prosegue diritto e che sale fino al colle della Forclaz. Giunti al colle si segue la strada che si abbassa e giunti ad un bivio dopo pochi minuti si svolta a destra e dopo poco si trovano le paline dei sentieri che indicano il monte Belvedere a 30 minuti. SI segue la sterrata senza possibilità di errore fino al colle del Belvedere dove si svolta a destra fino ad arrivare alla stazione di arrivo di una seggiovia, qui si svolta verso monte e si vede un ingresso di cemento di un tunnel mezzo ostruito dove poco a monte si vede un segnavia. Si sale lungo una traccia in fronte all’apertura ed in breve la traccia diviene più evidente e seguendola in breve si giunge in vetta al monte Belvedere. Per il rientro si segue la cresta fio ad arrivare a monte dei fortini della seconda Guerra Mondiale e si segue il sentiero che porta in breve alla sterrata dove si svolta a sinistra e, seguendo il percorso dell’andata, si rientra al colle del Piccolo San Bernardo.