Rossi Marcello

Mont Fortin

Da La Thuile si prosegue verso il colle del Piccolo San Bernardo fino a poco prima di Pont Serrand dove si stacca una strada sulla destra una strada (indicazione epr alta via numero 2). Si lascia la macchina nel piccolo slargo all’inizio della stradina e si inizia a salire lungo la via asfaltata. Dopo località Orgère la via diviene sterrata ed inizia ad addentrarsi a bassa pendenza nel vallone di Chavannes. Si segue la strada fino all’alpe di Chavvanes superiore, dove si svolta a destra seguendo la strada fino ad arrivare ad un alpeggio dove si abbandona la strada imboccando il sentiero (segnavia poco visibili) che passa alla sinistra dell’alpeggio (qui descrivo la mia salita un po’ avventurosa, in quanto l’assenza di segnavia e la presenza di molte tracce di pascolo rende difficile seguire il sentiero poco oltre l’alpeggio). Si sale tra i prati seguendo le varie tracce di pascolo puntando alla piccola sella che si vede in alto sulla sinistra, la si raggiunge e ci si immette in un’area prativa caratterizzata da dossi e con alcuni laghetti. Ci si sposta progressivamente verso il versante fino ad individuare la traccia del sentiero che taglia il versante. Raggiunta la traccia la si segue verso destra si oltrepassa un piccolo dosso e così ci si trova di fronte l’evidente vetta del Mont Fortin che si raggiunge in una mezz’ora di cammino dopo aver raggiunto prima un piccolo colle con una costruzione ormai diruta. Per il rientro si ritorna lungo il sentiero di salita ignorando il bivio che si trova appena scesi dal colletto (indicavia 11B) e si prosegue diritti (11A) fino ad arrivare al Lac du Mont-Perchè e da lì in breve si incrocia la via (ora sentiero) che porta al colle di Chavannes. Dal colle si ritorna lungo la via di salita fino al bivio alta via numero 2 / sentiero 11A, si lascia a sinistra il sentiero 11A e si segue l’alta via fino a tornare alla macchina.