Rossi Marcello

BIvacco Chentre – Bionaz

Si risale la strada che porta alla diga di Place Mouline fino al bivio per La Ferrere e Poujllayes dove si parcheggia negli slarghi posti prima del bivio (cartelli indicatori per bivacco Chentre – Bionaz e vallone di Montagnayes). Si inizia quindi il percorso a piedi imboccando la via che scende fino a giungere al torrente sul torrente Buthier che si attraversa e si transita di fianco alla grande casa datata 1844 (ormai in parte diruta) e si inizia a risalire nel bosco seguendo il sentiero che si alza sempre a pendenza moderata alternanti a tratti in falso piano. Dopo aver passato un cancello (si prega di chiuderlo dopo il passaggio, come gentilmente indicato dal cartello posto sul cancello stesso) si arriva ad un bivio, dove proseguendo diritto si va verso il vallone di Montagnayes, mentre per il bivacco Chentre – Bionaz occorre svoltare a sinistra invertendo il senso di marcia. Si continua a guadagnare quota con una serie di risvolti. Si arriva ad un piccolo colletto da dove si entra nel vallone di Arbierès dove si guadagna quota dopo aver attraversato diversi corsi d’acqua. Il sentiero piega poi a sinistra e dopo un ultimo strappo si giunge all’alpe di Praz de Dieu (ormai diruta) si segue il sentiero che effettua una decisa svolta a destra e si guadagna un colletto dove il sentiero svolta a destra entrando nel vallone del Mont Dzalou. Il percorso diviene ora ripido risalendo sul versante idrografico sinistro fino ad uscire dal vallone poco sotto il bivacco. Il rientro avviene per la stessa via di salita.