Rossi Marcello

Alpe Nicoletto

Si risale la valle dell’Elvo fino al Santuario di Graglia dove si parcheggia l’auto nell’ampio parcheggio sul retro del santuario. SI inizia così il cammino scendendo verso la strada ed imboccando la via alla destra seguendo l’indicazione dell’eco endecasillabo. Si risale fino al punto dove si può udire il particolare fenomeno acustico ed alle spalle si imbocca una via che sale ripida. Si segue l’evidente via fino a quando un cartello della sentieristica non invita a svoltare a destra imboccando il sentiero. Si continua sul sentiero che guadagna quota con una serie di risvolti e passando per le cappelle del Sacro Monte di Graglia, in pessimo stato di conservazione, fino a sbucare poco a valle della chiesa al colle San Carlo. Si passa a lato della chiesa e si inizia una corta discesa che porta ad un parcheggio e quindi al Tracciolino. Si svolta a sinistra e seguendo la via si perviene alla Bossola dove si prosegue diritto seguendo sempre il Tracciolino fino a quando a monte delle strada si stacca (indicazione) il sentiero B12. Il sentiero che in realtà è una sterrata sale a monte di una casa per poi piegare a sinistra e guadagna quota nella pineta spesso con pendenza sostenuta.Usciti dalla pineta la pendenza diminuisce e si sale seguendo una serie di tornanti fino a transitare a monte, lungo un traverso a destra, dell’alpeggio ormai quasi diruto di nuovo Oscarone, poco oltre si trova un bivio che porta all’alpe Amburnero di sotto. Si ignora questo bivio per invertire il senso di marcia passando a monte dell’Alpone ed in breve si spunta nel Piano della Morte. Quando la pendenza diminuisce si trova un cartello indicatore dei sentieri tra i quali cìè il B12 (alpe Nicoletto) che si imbocca. Dapprima questo sale invertendo il senso di marcia per poi tornare a salire nella medesima direzione di arrivo. Si risale un promontorio oltre il quale compare l’alpe Nicoletto. Per il rientro si segue la via di salita fino al bivio a valle dell’Alpone dove si lascia la via di salita fino ad arrivare poco prima dell’Amburnero di Sotto ad un bivio. Si svolta a valle seguendo il sentiero che tende a scendere lungo l’evidente dorsale per abbandonarla poco a monte dell’aumento della pendenza. Si svolta prima a sinistre e poi a destra entrando nel bosco. Si perde quota rapidamente fino ad arrivare ad un bivio a T dove seguendo le indicazioni per la Bossola si svolta a destra effettuando un traverso a destra. Dopo un tratto in falso piano si giunge ad un valloncello drenato da un corso d’acqua dove si svolta a sinistra scendendo fino ad incrociare una carrareccia che riporta alla cappella degli Alpini e quindi alla Bossola. Ora seguendo la via aperta al traffico si discende fino al Santuario di Graglia chiudendo il giro ad anello.